come trovare microspie nascoste nella propria abitazione

Come rilevare microspie con il fai da te

Come fare per individuare la presenza di una microspia nascosta in casa dal marito o dalla fidanzata gelosa?

La casa è il luogo in cui ci si dovrebbe sentire maggiormente al sicuro ed al riparo da occhi indiscreti ma, purtroppo, non è poi così del tutto scontato. In commercio, infatti, vi sono cimici spia di dimensioni piccolissime che necessitano di pochissimi istanti per essere installate e quasi nessuna competenza tecnica. Come fare, dunque, per rilevare la presenza di microspie con metodi fai da te per accertarsi di non essere vittime di intercettazioni indiscrete? Vi sono diversi metodi ai quali si può ricorrere per tornare a sentirsi liberi ed sicuro in casa propria.

Controllare tutti gli angoli ed oggetti sospetti

La prima cosa da fare quando si teme di essere sorvegliati in casa propria è quella di setacciare ogni angolo dell’abitazione, specialmente quelli più nascosti. I primi oggetti da controllare sono quelli che si trovano in posizione scomode da raggiungere (per esempio mensole molto alte o gli armadi). È bene poi no tralasciare il retro degli specchi e dei quadri. Ottimi nascondigli potrebbero essere anche le prese della corrente o i condizionatori.

Costruire un rilevatore fai da te

Chi intende cimentarsi nell’arte del fai da te può utilizzare semplici oggetti di uso comune per realizzare un rilevatore di telecamere e microspie in pochissimo tempo. Bisognerà procurasi una torcia ed un piccolo cilindro di cartone. Il suo utilizzo è molto elementare. Sarà sufficiente spegnere tutte le luci e chiudere le persiane, una volta fatto bisognerà osservare l’intera stanza attraverso il cilindro, quasi come se fosse un monocolo. Lo stesso modo la torcia andrà posizionata all’altezza dell’altro occhio. Cosi facendo, se il fascio di luce della torcia investe l’obiettivo della telecamera, il riflesso prodotto all’interno del cilindro sarà enormemente amplificato. Una volta individuato il punto di origine del riflesso basterà estrarre la microspia dal nascondiglio e distruggerla.

Come rilevare microspie in maniera professionale

Nel caso in cui ci si volesse togliere ogni dubbio occorre ricorrere a soluzioni più professionali. In commercio, ad esempio, esistono rilevatori di microspie capaci di captare il segnale elettromagnetico trasmesso da un altro dispositivo posto nelle immediate vicinanze. Una volta individuata la microspia emette un segnale di avviso.

In ogni caso la maniera più sicura e veloce per bonificare la propria casa è quella di rivolgersi ad esperti in bonifiche ambientali che sanno esattamente come muoversi per rilevare microspie e quali strumenti utilizzare a tale scopo.